fbpx
 

Stretching e yoga a confronto

yoga e stretching

Stretching e yoga a confronto

Lo yoga è per molti di noi uno scrigno pieno di tesori, ma – diciamo la verità – non tutti sono disposti ad approfondirne il côté spirituale e filosofico. C’è chi non è particolarmente interessato a scoprirne i benefici per la mente, né il vocabolario in sanscrito. Magari è incuriosito dall’effetto rilassante ed energizzante di alcune sequenze yoga, dai benefici della respirazione e dal controllo dello stress. Tuttavia, se potesse evitare di sentirsi salutare con un «Namasté!», fare la Om a inizio e fine pratica e render conto al saggio Patanjali… sarebbe ugualmente felice! In questo articolo mettiamo stretching e yoga a confronto per scoprire se, in questi casi, praticare stretching può essere la soluzione per guadagnare flessibilità senza “sposare” alcuna filosofia. Innanzitutto dobbiamo ricordare una cosa: sembra banale, ma non serve essere già flessibili per cimentarsi in attività quali yoga, pilates, stretching. Si tratta proprio di pratiche che hanno, tra i loro scopi, il recupero della flessibilità. Dunque usciamo da questa visione “performante” dello sport, come se dovessimo essere già bravi in tutto ancora prima di iniziare. La flessibilità è un risultato che si raggiunge con il tempo, non un prerequisito. Quindi, che la nostra scelta ricada su una comune ginnastica oppure su un corso di yoga, tutti dovremmo imparare una cosa dagli yogi: ad essere indulgenti con noi stessi!

 

Flessibilità: perché è così importante?

 

l'importanza della flessibilità

 

Molti “avvicinamenti allo yoga” arrivano da persone che vogliono essere più flessibili e chiedono di mettere stretching e yoga a confronto. Sportivi che hanno trascurato lo stretching per anni, a vantaggio del potenziamento muscolare; caratteri sedentari, sovrappeso o, al contrario, sottopeso; persone reduci da piccoli traumi che desiderano affiancare uno sport dolce alla fisioterapia. La flessibilità è sempre in cima alle motivazioni che muovono verso lo yoga: del resto è uno degli elementi chiave della nostra salute. Purtroppo si perde facilmente con l’età, una vita sedentaria, lo stress, le posture scorrette ed anche con alcune forme di fitness e body building. Vediamo insieme alcuni benefici di yoga e stretching:

  • Più possibilità di movimento. Aumentando la flessibilità, sarà più facile per le nostre articolazioni svolgere il loro lavoro con meno sforzo.
  • Ridurre al minimo la tensione nei muscoli. Lo stretching aiuta a rilasciare la tensione trattenuta nei muscoli, rendendo più agevoli i nostri movimenti.
  • Toccasana per la postura. La tensione nei muscoli può portare ad affaticamento muscolare, oltre che a una scorretta postura.
  • Meno dolori! Allentando la tensione nei muscoli, alleviamo lo stress e la pressione su alcune parti del nostro corpo come schiena, collo e spalle, le prime zone in cui solitamente sentiamo dolore.
  • Minor rischio di infortuni. Allenare il corpo affinché sia più forte e flessibile, porta a più protezione contro eventuali infortuni. Rafforzare muscoli e articolazioni ci ripaga nel tempo.
  • Migliorare la circolazione. Se il flusso sanguigno migliora, può aiutare i tuoi muscoli a riprendersi più velocemente dopo uno sforzo e evita l’irrigidimento.

 

Benefici aggiuntivi per la mente

 

stretching: benefici per la mente

 

Anche lo stretching semplice, come ogni sport, ha effetti benefici sulla mente. Certo, lo yoga si concentra di più su questo aspetto e dunque porta risultati più evidenti, ma anche lo stretching risponde all’equazione: meno tensione = meno stress. Se la tensione viene rilasciata dai muscoli, anche la mente si sente più rilassata… è un fatto! Quando fai stretching, fai fisicamente “sparire” lo stress rilasciando la tensione dal corpo. E quando il corpo si rilassa, la mente lo segue: hai presente quei mega sbadigli che ti sorprendono nel bel mezzo di una sequenza di yoga? Succede anche con l’allungamento muscolare, durante un esercizio di stretching o una lezione di pilates. Senza dubbio, dicendo addio alla tensione nel corpo evapora anche la tensione mentale

 

Stretching e yoga a confronto, oppure meglio un mix?

 

Se siamo fan dello sport, senza le implicazioni spirituali e filosofiche dello yoga, perché non iniziare a fare uno “stretching-yoga”? Proviamo a eseguire esercizi di allungamento muscolare semplici, come quelli che si eseguono prima e dopo la corsa, mettendoci un po’ di consapevolezza in più. Anziché chiacchierare con il nostro compagno di allenamento, facciamo caso al respiro e, se notiamo di avere il fiato corto, respiriamo profondamente allungando i cicli di inspirazione-espirazione. Eseguendo l’allungamento consapevole, otterremo il risultato di ridurre la tensione muscolare che involontariamente si accumula su spalle, collo, viso. Impegniamoci ad essere presenti per ridurre al minimo il rischio di lesioni. Occorre attivare la consapevolezza nel proprio corpo: per questo chi fa yoga è agevolato in ogni sport. Che si tratti di corsa, danza, tennis o arrampicata, chi pratica yoga sa distinguere il fastidio che può manifestarsi mentre il corpo si cimenta in una posizione nuova dal vero e proprio dolore, che indica di fermarsi, ed è quindi meno incline agli infortuni.

 

Vuoi risultati immediati? Stretching e yoga a confronto

 

stretching e yoga a confronto

 

Più che preoccuparsi di mettere stretching e yoga a confronto, conviene tenere a mente che la fretta è cattiva consigliera in ogni caso. Come per tutto, i risultati positivi e duraturi arrivano nel tempo. La pratica di un’ampia varietà di posture è l’elemento che fa la differenza. Ci fa spaziare da posizioni più facili per noi a posture nuove, che richiedono lo sviluppo di capacità nuove, incrementando l’intelligenza del corpo. La costanza è la chiave: praticare regolarmente non tarderà a produrre risultati soddisfacenti. Dall’esperienza di Nicoletta Napoli, insegnante yoga del progetto di corsi e percorsi online YOU elements, emerge che la maggior parte degli studenti recupera flessibilità già dopo le prime 4/5 lezioni, dopo 3 mesi di pratica bisettimanale il risultato è sorprendente. I miglioramenti successivi arrivano più lentamente e, dopo sei mesi/un anno, sale il rischio di abbandono dell’attività a causa della frustrazione, ma non bisogna demordere!

 

Il mini-corso online Stretch & Flow di YOU elements


L’approfondimento online Stretch & Flow dell’attrice e danzatrice Carlotta Bizzo per YOU elements, in promozione a 8 euro, può fare al caso tuo. Acquisirai le basi dello stretching consapevole, imparando le tecniche usate nelle migliori scuole di danza. Acquistandolo online avrai accesso ai video sin da subito e potrai tornarvi quando vuoi, in qualsiasi parte del mondo ti trovi e a qualunque ora. Il mini-corso è studiato per migliorare la flessibilità fisica e mentale con esercizi che, praticati prima o dopo l’attività fisica lieve o intensa, consentono di sviluppare molta flessibilità. Il corso di yoga online Stetch & Flow abbina una sequenza di stretching, eseguita e guidata con precisione da Carlotta Bizzo, a passi di danza base da sperimentare nella tranquillità di casa tua. In più, contiene la centratura guidata, una meditazione per allenarti mentalmente prima di una performance. Che siano performance artistiche, sportive, professionali… la rasserenante voce di Carlotta ti aiuterà a ridurre la preoccupazione per la tua prestazione.

 

Carlotta Bizzo

 

I vantaggi di Stretch & Flow di YOU elements

 

Per aiutarti nella scelta, se non bastasse quanto detto su stretching e yoga a confronto, ecco una piccola guida sui benefici che l’allenamento stretching yoga Stretch & Flow di You elements offre:

  • Grazie a questo pratico allenamento, studiato sulla routine dei ballerini di danza classica, apprendi gli esercizi di stretching da fare prima e dopo una sessione di corsa, fitness o altro.
  • Molto simile allo yoga e, in alcuni casi, al pilates, lo stretching non richiede un’attenzione “spirituale”, ma è fisicamente altrettanto efficace.
  • La centratura guidata è molto potente. A differenza dell’approccio yogico che è non-performante, il podcast è pensato per chi ha a cuore la propria performance artistica o professionale. Se, ad esempio, devi affrontare uno spettacolo, un colloquio, un viaggio o una presentazione che ti attivano lievi livelli di ansia da prestazione, pratica questa centratura così da “programmarti” alla fiducia in te stesso e nelle tue capacità.
  • Con l’aiuto della mini video-guida, sperimenti i passi di danza classica base, esegui gli esercizi proposti e mantieni la forma fisica e mentale sperimentando qualcosa di nuovo e divertente o ripassando quello che hai imparato a danza da bambina.
  • Se sai che ti manca la flessibilità, potresti provare uno certo imbarazzo nel frequentare una lezione in presenza, chiedendoti se sarai la persona meno flessibile nella stanza. Abbandona le insicurezze e dedicati alla pratica della disciplina stretching yoga dove vuoi tu.

Inizia subito.

 

Qualche consiglio per muoverti in sicurezza

 

stretching in sicurezza

 

Quando ti cimenti in un nuovo asana yoga o in un esercizio di fitness che non conosci, evita di costringerti in qualsiasi posizione o di fare troppo, troppo in fretta. Tutto questo, infatti, può aumentare il rischio di lesioni. Ascolta il tuo corpo: se una posa inizia ad essere troppo dolorosa o scomoda, non mantenerla, fai una piccola pausa. Nei primi tempi potresti essere in grado di tenere una posa solo per 10 o 20 secondi, nessun problema! Lascia lo stress da prestazione fuori dalla stanza. Man mano che acquisirai flessibilità e forza, manterrai le posizioni più a lungo. Ogni corpo è a sé, ma ti consigliamo di interpellare un medico sempre prima della pratica se:

  • hai dolori o lesioni causate da patologie, infortuni ecc.;
  • sei in stato di gravidanza;
  • soffri di pressione alta o bassa;
  • soffri d’asma o altri problemi respiratori;
  • hai problemi cardiovascolari o digestivi.

E in qualunque altra circostanza che richiede attenzioni particolari! Non dimenticare che ognuno ha le sue esigenze e che i bisogni individuali vanno ascoltati. Altrimenti non avrebbe senso parlare di pratiche di consapevolezza. Per una guida completa alla pratica dello yoga online, leggi il nostro articolo sul tema e fai la scelta migliore raccogliendo tutte le informazioni più utili.