Solidarietà digitale: yoga gratis online

yoga online solidarietà digitale coronavirus

Solidarietà digitale: yoga gratis online

Dal 15 marzo 2020 in occasione dell’emergenza coronavirus, abbiamo scelto di aderire alla campagna Solidarietà Digitale offrendo due lezioni gratis alla settimana: martedì alle 18.30 meditazione live con Gisella per la durata di 30 minuti e giovedì alle 18.30 yoga base live con Nicoletta per la durata di 30 minuti. Per partecipare basta registrarsi sulla pagina COMMUNITY di questo sito e attendere la mail di risposta con le istruzioni per accedere. Seguite il profilo INSTAGRAM e la pagina FACEBOOK per non perdere nessuna news.

Le giornate sono lunghissime da casa, molte realtà si sono fermate e le persone sono preoccupate. Qualcuno può già stimare la perdita, altri non sanno ancora cosa aspettarsi. Molti non riescono a raggiungere i loro affetti, altri sono alle prese con parenti ammalati o con la loro stessa malattia. Insomma, sappiamo bene cosa sta succedendo e sappiamo di non sapere cosa succederà: ce lo dicono i media ogni giorno, la televisione parla solo di cornavirus, i social media parlano solo di coronavirus. Siamo nel presente più che mai, nel qui e ora. E quindi? Non è forse questo il senso della pratica?

E quindi è il momento di raccogliersi, meditare, stare a casa nel silenzio, riscoprire il rapporto con se stessi: chi sono oggi? Quali sono i miei bisogni? Riprendendo in mano quel libro che ci guarda dal comodino, quel corso online che non avevamo il tempo di seguire, quel quadro che volevamo dipingere e quella lettera che volevamo scrivere ma non c’era mai l’ispirazione. La casa è più pulita che mai, il frigo più pieno che mai. Mettiamoci al lavoro: anche rilassarsi sul divano può essere un impegno con se stessi.

La pratica yoga e meditazione in questi giorni non è affatto facile: in apparenza sembrerebbe che, avendo più tempo per stare tra le nostre quattro mura , non ci siano scuse per non srotolare il tappetino, accendere un incenso, praticare i saluti al sole. Eppure siamo ragionevolmente agitati, spaesati, inclini alla ruminazione mentale. La routine si è spezzata e la motivazione vacilla. Cosa fare?

Praticare appena svegli, prima ancora di iniziare a pensare, già dal letto e a stomaco vuoto: è la cosa più facile. Il corpo sarà più rigido che alla sera, ma i primi saluti al sole saranno un piacere. Ci stiracchieremo come gattini sul tappetino, eseguiremo quegli esercizi che ci danno tanto conforto e uno o due di quegli altri così sfidanti! Ah, al mattino possiamo esprimere il sankalpa in chiusura della pratica. Avete un’insegnante che mantiene le classi portandole online e andando regolarmente avanti con il programma? E’ una fortuna: permette di scandire il tempo e mantenere in agenda gli impegni settimanali.

Se poi le lezioni sono live e allo stesso orario della pratica consueta, la parvenza di normalità che riceveremo da quella riunione sociale con i compagni e col maestro sarà di enorme beneficio. Ci sentiremo meno soli, felici, parte di una community, sentiremo che insieme a noi stanno praticando i nostri compagni, nelle loro case e che la distanza non può separarci. Cliccando QUI potete vedere una mia PRESENTAZIONE VIDEO delle prossime iniziative e qualche consiglio per vivere al meglio questo periodo particolare e a mio avviso molto spirituale.

Nicoletta